Hennè, henna o enna colorazione naturale

Hennè, henne, henna o enna.

Sull’hennè se ne sentono di ogni, dai camerini ai viali dello shopping, serve per lucidare, nutrire o colorare i capelli? Dal mio canto ho nutrito, lucidato e colorato chiome su chiome, sia delle amanti della bio o eco fashion sia dalle esigenti professioniste negli obbiettivi delle telecamere del jet set. L’hennè dona risultati così soddisfacenti che non c’è tinta che tenga, una lama a doppio taglio che punge con risultati deludenti (capelli secchi, tonalità arancio o tonalita troppo accese) chi improvvisa in bagno o nei saloni senza un’adeguata informazione e una affermata esperienza tra le varietà di capelli, resta il fatto che anche se l’effetto cromatico dipende dalla fisicità del capello, quindi soggettivo, c’è una linea guida che ci permette di controllare con adeguate modalità  le tonalità del trattamento fatto con l’hennè, partiamo dalla base, che cos’è l’henne: una polvere colorante che si ottiene dall’essiccazione e dalla macinatura di foglie e rami della pianta Lawsonia inermis comunemente chiamata henna o enna, le foglie donano le gradazioni di marrone mentre i rami le gradazioni di rosso, quindi solo prodotti 100% vegetali e puri, prestando attenzione all’aggiunta di picramato o altre sostanze nocive (es.ossido ferroso), e solo materie prime selezionate e miscelate accuratamente da stilisti competenti danno risultati ottimali e monitorabili. In alternativa all’henne colorante c’è il neutro o emolliente composto principalmente da Cassia Obovata pura che una volta ossidata porta il capello biondo a gradazioni miele e i primi capelli bianchi a toni dorati, per ravvivare i biondi o colorare percentuali più alte di capelli bianchi è utile miscelare con molta cura l’ emoliente (cassia) con l’henne colorante (lawsonia). Le tonalità più richieste vanno dal castano caldo con riflessi nocciola al mogano con riflessi ciliegia fino alle tonalità ramate. L’intensità della colorazione è fondamentale e dipende dal tempo della messa in posa, fino ad un massimo di 6 ore. E’ possibile eseguire il trattamento naturale anche su capelli tinti previa una consulenza ed un analisi visiva del capello.

 

3 comments

  1. JessicaReply

    Buongiorno . Il vostro henné e puramente naturale e quanto costa il trattamento se in caso fossi interessata ?

  2. FabiolaReply

    Ciao sono una ragazza che è stanca di usare tinte chimiche perché mi fanno allergie, volevo trovare un parrucchiere che usa henné puro 100% e mi sa curare il mio capello .grazie

    • ROBERTAReply

      Ciao Fabiola,
      lieta della tua scelta, l’hennè puro non è consigliabile per esperienza, utilizzo henne puro miscelandolo con altri estratti naturali per assicurare la lucidità e rispettare il giusto nutrimento al momento della colata, evitando che secchi troppo le lunghezze.
      A presto.

Leave a comment

*